3/2/2016

cropped-logo-02.jpg

VANGELO E PENSIERO DEL GIORNO

Mercoledì 3 Febbraio 2016

VANGELO:
Dal vangelo secondo Marco (Mc 6, 1-6)
In quel tempo, Gesù venne nella sua patria e i suoi discepoli lo seguirono.
Giunto il sabato, si mise a insegnare nella sinagoga. E molti, ascoltando, rimanevano stupiti e dicevano: «Da dove gli vengono queste cose? E che sapienza è quella che gli è stata data? E i prodigi come quelli compiuti dalle sue mani? Non è costui il falegname, il figlio di Maria, il fratello di Giacomo, di Ioses, di Giuda e di Simone? E le sue sorelle, non stanno qui da noi?». Ed era per loro motivo di scandalo.
Ma Gesù disse loro: «Un profeta non è disprezzato se non nella sua patria, tra i suoi parenti e in casa sua». E lì non poteva compiere nessun prodigio, ma solo impose le mani a pochi malati e li guarì. E si meravigliava della loro incredulità.
Gesù percorreva i villaggi d’intorno, insegnando.

PENSIERO:
Da dove gli vengono queste cose?“. Questa domanda può avere due tipi di risposta: quella di fede che riconosce nell’agire la presenza Dio, quella incredula che si apre alla critica ed al giudizio. Noi cosa pensiamo di Gesù? Crediamo che Lui è l’incarnazione di Dio? Che è risorto dalla morte? Possa lo Spirito Santo far luce e aiutarci a discernere i nostri pensieri.

Lode al Signore!
La gioia del Signore è la vostra forza.

Stampa articolo

1 thought on “3/2/2016”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.